Il gruppo comunale volontari di protezione civile

Il gruppo comunale di protezione civile di Monte Urano nasce nell’ aprile 2006 ed è attualmente composto da 23 persone che, volontariamente e senza alcun compenso, impiegano le loro competenze ed il loro tempo libero al servizio della cittadinanza monturanese.

Il responsabile del gruppo di protezione civile è il sindaco.

Le principali attività del gruppo comunale vengono svolte in gran parte sul territorio del comune di Monte Urano, ed è ormai data per scontata la presenza dei volontari in occasione delle numerose manifestazioni, civili religiose e sportive, che si svolgono durante tutto l’arco dell’anno.

operazione fiumi puliti 2006
Operazione fiumi puliti 2006

Ai volontari vengono spesso assegnati incarichi che a molti possono sembrare inutili, ma che in ogni caso sono assolutamente necessari per il corretto svolgimento della manifestazione cui partecipano. L’importanza dei volontari di protezione civile risalta particolarmente durante le manifestazioni sportive che si svolgono su strada, come maratone, gare podistiche e ciclistiche, in quanto viene loro assegnato, sotto la supervisione delle forze dell’ordine, il delicato compito della gestione della viabilità stradale.

Ma i servizi svolti sul territorio comunale rappresentano solo in parte l’operato dei volontari. Oltre alla presenza in manifestazioni pubbliche, il gruppo svolge varie attività di pubblico interesse, di prevenzione e di formazione. Tra queste attività possiamo annoverare il monitoraggio del fiume Tenna e dei fossi presenti sul territorio comunale, i vari corsi di formazione ed aggiornamento su tutte le problematiche riguardanti la protezione civile e le esercitazioni alle quali i volontari partecipano.

Esercitazione
Esercitazione Parco fluviale Alex Langer 17/06/2007

convegno

In particolare, va sottolineato l’impegno profuso dai volontari in occasione di alcune emergenze, come la recente esondazione del torrente Ete morto a Casette d’Ete, l’alluvione di Osimo, il terremoto che ha colpito la città de L’Aquila e i vari paesi limitrofi, dove hanno portato aiuto alla popolazione in difficoltà.

osimo

aquila